Ducati Multistrada 1260S – Crossover per eccellenza

Ducati Multistrada 1260S – Crossover per eccellenza

Le condizioni delle strade attuali e l’orientamento turistico del biker medio hanno portato negli anni 2000 ad un calo di vendite della categoria di moto per eccellenza: la supersportiva.

Da qui la nascita delle Crossover: moto tuttofare che ti permettono dal viaggio in 2 fino alla scorazzata domenicale…

L’interpretazione di Ducati della categoria ha portato alla nascita della Multistrada che adesso, alla chiusura del cerchio, rappresenta una famiglia completa con cilindrate 950 e 1260 e modelli base, S, Pikes Peak ed Enduro.

Ho avuto la possibilità di provare, grazie direttamente a Ducati che organizza annualmente la Multistrada Experience, il modello di punta: la 1260S.

La prova di circa 1 ora è stata preceduta da un briefing di eccezione tenuto dal collaudatore Ducati, nonchè capo istruttore del DRE Enduro, Andrea Rossi, che ci ha illustrato le caratteristiche della moto, che nella versione 2018, con l’aumento della cilindrata a 1262cc ha riempito i vuoti di erogazione causati dall’omologazione euro 4.

Anche la tecnologia a bordo è al massimo: piattaforma inerziale derivata dalla 1299 Panigale (con cornering ABS e fari LED cornering), Vehicle Hold Control per le partenze in salita, sospensioni elettroniche con settaggi abbinati ai 4 Riding Modes, fino al Ducati Quick Shift (in prestito direttamente dalle SBK).

La guida in strada nonostante il peso importante della moto non mette in difficoltà, anche grazie alla sella con altezza regolabile. L’ampio raggio di sterzata permette di affrontare con facilità anche i tornanti più stretti, mentre i 158cv ed i 129nm di coppia di ti spingono velocemente nella prossima curva senza poterti rendere conto della velocità di ingresso (merito della distribuzione a fasatura variabile). Il quick shift è impeccabile sia in salita che in scalata fin dai 3000 giri, ma quando necessario le pinze monoblocco Brembo M50 immobilizzano la moto in pochi metri.

L’apripista ci fa notare che anche nei cambi di direzione la moto è molto maneggevole nonostante la mole, con il mono che resta compresso senza squilibrare improvvisamente la ciclistica: è quella che Ducati ha chiamato Slalom Strategy.

Nel complesso la Multistrada 1260S sembra viaggiare su un binario senza mettere in difficoltà il pilota, il che la rende impeccabile per il turismo anche a lungo raggio, ma meno adatta per la guida sportiva, per cui secondo il mio parere il modello 1200 prodotto fino al 2014 (zenza DVT) trasmette emozioni differenti.

#ForzaDucati

By |2019-04-07T16:20:09+00:00aprile 7th, 2019|News|0 Comments

About the Author:

Vito, 28 anni, Ducatista. Social Media Manager & Web Content Editor presso Indesmoniati DOC

Leave A Comment