Borse per Moto – Considerazioni generali

Borse per Moto – Considerazioni generali

A tutti noi è capitato di volere/dovere partire per un viaggio in moto e dover scegliere cosa portare ma soprattutto come portarlo.

In particolare la prima valutazione e relativa a quanti giorni staremo via. Se pensiamo di stare fuori due o tre giorni, qualsiasi moto potrà agevolmente sostenere una borsa contenente: indumenti intimi per tre giorni, un paio di t-shirt e, se vogliamo essere eleganti, anche un pantalone in più. In questo caso, infatti, non avremo bisogno di un bagaglio iper tecnico o studiato appositamente per la nostra moto.

Se abbiamo una moto turistica, infatti, avremo già delle borse (magari rigide) da poter utilizzare e,  in questo caso, mezze piene o vuote che siano, la moto è fatta per sostenerle. Se, invece, abbiamo una moto sportiva (o comunque una moto che non prevede borse specifiche) abbiamo un bivio: o montiamo telaietti e borse after-market o utilizziamo una borsa da assicurare alla meglio sulla moto.

La cosa fondamentale è evitare, quanto più possibile, di portare uno zaino sulle spalle. E’ la prima soluzione che ci verrebbe in mente ma, personalmente parlando, la più estrema. Uno zaino sulle spalle, facendo molti km, diventerebbe insostenibile sia per le dinamiche di guida che per le nostra povera schiena. Se si dispone del solo zaino e si intende partire senza passeggero, la scelta migliore è quella di usarlo assicurato al posto passeggero con un “ragno” o delle cinghie elastiche.

Altrimenti, se si è via per più giorni, se si viaggia con il passeggero, se si devono portare più abiti del previsto… bisogna per forza ripiegare su delle borse after-market.

Affronteremo in altri articoli le varie tipologie di borse per le differenti moto.

Buona Strada

By |2018-09-10T11:16:32+00:00agosto 18th, 2018|News|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment